Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

A proposito di preferenze nella nuova legge elettorale

E' utile ricordare che il nostro partito, più che alle preferenze, è da tempo orientato ai collegi uninominali, dopo un passato recente che ci ha visti sul fronte di quelli che le preferenze volevano eliminarle. Una vicenda che ebbe inizio con il referendum del 1991 promosso da Mario Segni fino alla legge elettorale di ispirazione maggioritaria del 1993, il Mattarellum, a cui molti del PD avrebbero voluto tornare. E il Mattarellum prevede appunto i collegi uninominali in cui il candidato unico è scelto dal partito.

 

Ma vediamolo questo “compromesso”. Le liste brevi di 4/6 “nominati”, definiti in collegi elettorali (detti collegi plurinominali) di circa 400.000 abitanti, consentono ai candidati il collegamento con il territorio prima e dopo il voto, tanto più se si vogliono adottare le primarie come criterio di selezione.  E inoltre consentono di realizzare l'alternanza di genere uomo/donna. A mio avviso si tratta di un compromesso accettabile.

 

Matteo Renzi ha detto che per lui le preferenze andrebbero bene ma Berlusconi non è disponibile e possiamo credergli sapendo come Berlusconi non accetterebbe mai di non poter scegliere personalmente i suoi parlamentari.

 

Bisogna che ci convinciamo che la proposta di riforma elettorale avanzata dal Segretario del PD non consiste in un normale confronto parlamentare su come formulare una legge, ma in un accordo frutto di una difficile trattativa.

 

Se pensiamo di poter forzare su un punto così delicato vuol dire aprire la strada a Berlusconi per far saltare tutto, compresa la parte relativa alle modifiche di tipo costituzionale (abolizione Senato e revisione Titolo V) additandoci come inaffidabili e inconcludenti, con conseguenze sul piano dell'immagine che vi lascio immaginare.

 

Questi strani innamoramenti per le preferenze che sento in questi giorni al nostro interno mi sembrano dettati, nella migliore delle ipotesi, da una scarsa conoscenza della nostra storia, ma non mi sentirei di escludere, da una voglia di mettere i bastoni tra le ruote del Segretario. Il che sarebbe molto irresponsabile. Cerchiamo di non farci del male !

 

Franco Monti

Tag(s) : #Opinioni