Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il Capitale nel XXI secolo di Thomas Piketty

Con questo libro Thomas Piketty ci dice che le disuguaglianze sono in aumento e ce lo dice con tutta la credibilità di una analisi meticolosa condotta per 15 anni con la collaborazione di numerosi ricercatori per documentare l'evoluzione delle diseguaglianze nella nostra società (Stati Uniti ed Europa prioritariamente) in un arco di tempo di più di due secoli.

All'inizio del XX secolo, fino al 1913, negli Stati Uniti il 10% della popolazione più ricca percepiva il 45-50% del reddito nazionale. Questa percentuale si è ridotta al 30-35% per effetto della crisi del 29 e delle due guerre mondiali (su questo tema vedi il libro di Krugman "La coscienza di un liberal"), per poi tornare rapidamente a crescere dopo gli anni 70, fino a superare attualmente i livelli anteriori al 1913.

Nello stesso periodo in Europa il capitale posseduto dai più ricchi è sceso da 6-7 volte il reddito nazionale (reddito nazionale = il PIL con qualche approssimazione) fino a 2-3 volte per poi risalire ai giorni nostri al livello ante prima guerra.

In altre parole i ricchi stanno diventando sempre più ricchi e poiché evidentemente non ci auguriamo una terza guerra mondiale come strumento livellatore, una risposta può essere data solo dalla politica se non vogliamo tornare ad una modello di società dove conta di più la rendita rispetto al merito, più di chi sei figlio rispetto a quello che sai fare.

Nel suo libro Thomas Pikkety prospetta anche delle soluzioni. Principalmente sostiene l'esigenza di una tassazione progressiva del capitale che, per avere successo, deve essere parte di una strategia mondiale di accordi tra stati. Per l'Europa è necessaria una maggiore integrazione tra gli stati e il venir meno di situazioni di concorrenza fiscale.

Interessante è l'approccio, che non è solo di tipo tecnico, ma anche attento alle conseguenze socioeconomiche del fenomeno delle disuguaglianze, costituendo in tal modo un testo ricco di spunti e sollecitazioni.

Thomas Piketty (1971) è directeur d’études all’Ecole des hautes études en sciences sociales (EHESS) e professore di economia politica alla Paris School of Economics. Economista celebre per i suoi studi sulla dinamica della disuguaglianza del reddito e della ricchezza nella storia del capitalismo, sì è formato all'Ecole Normale Supérieure e alla London School of Economics, ed è stato ricercatore al MIT.

Franco Monti

Tag(s) : #Libri